Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Le meditazioni di eVangelo

Iddio onora quelli che Lo onorano (Genesi 41:37-57)


di R.R.
Trascritto da eVangelo

« ... andate a Giuseppe e fate ciò ch'egli vi dirà ... »

Chi pronunciò queste parole intorno a Giuseppe, fu il grande Faraone, colui che era considerato dagli Egizi un figlio degli dei. Giuseppe temeva l'Eterno e gli era gradito. Egli aveva avuto delle promesse di future benedizioni, ma prima che queste si adempiessero, passò per una sequela di prove, che misero a cimento la sua fede. Fu odiato dai suoi stessi fratelli e minacciato finanche di morte, ma poi venne venduto come schiavo ad una carovana di Madianiti, i quali a loro volta lo vendettero ad un ufficiale di Faraone in Egitto. Ma anche qui ebbe a soffrire, perché accusato ingiustamente, fu rinchiuso in fondo a un'oscura prigione. Sembrava fosse tutto finito in un misero fallimento, e poteva essere tentato a pensare che i suoi fratelli forse avessero avuto ragione nell'indicarlo come un sognatore. Ma Giuseppe era certo che quelle promesse erano da parte di Dio e non dubitò della sua fedeltà.

Dopo un certo periodo di tempo, trascorso in carcere, un bel giorno impensato per lui, fu chiamato dal carceriere ed invitato a presentarsi di fronte a, Faraone.

Dai sogni raccontati Giuseppe fu illuminato da Dio, egli intravide sette imminenti anni di abbondanza e successivamente sette anni di carestia, talché tutta quella abbondanza sarebbe stata dimenticata e la fame avrebbe consumato il paese. Giuseppe non si limitò all'interpretazione del sogno, ma diede degli utili consigli al re per affrontare avvedutamente la situazione al che Faraone riconobbe in Giuseppe una sapienza non comune lo prescelse per il compito più alto del momento. Ed è proprio a questo punto che la vita di Giuseppe viene rischiarata da un raggio della gloria di Dio e vede come proiettato nel futuro, l'inizio dell'adempimento delle promesse di Dio. Faraone costituisce Giuseppe sovrintendente di tutti i beni del regno, come viceré e ordina a tutti i sudditi di seguire gli ordini di Giuseppe. Gli consegna il Suo anello, lo fa vestire di bisso, lo adorna con una collana d'oro e lo fa salire sul cocchio del viceré ordinando che alla vista di Giuseppe tutti si inchinassero.


Data: 10/05/2000
Visite: 6079
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

FEDELTA' PREMIATA
50.gif
05/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (105).jpg
Numeri 26:41-65 Come era avvenuto per il primo censimento, i Leviti furono contati separatamente rispetto al rimanente del popolo. In ques ...
aa.vv.
eVangelo
10533 dal 05/05/2009
?operazione=visualizza&id=1131&filtro=
CON GESU' SULLA STRADA DELLA SOFFERENZA
50.gif
04/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (208).jpg
Marco 10:32-45 In questo brano suggestivo ci sembra quasi di vedere Gesù che sta camminando da Gerico in direzione di Gerusalemme. Sarebbe ...
aa.vv.
eVangelo
15296 dal 04/05/2009
?operazione=visualizza&id=1130&filtro=
IL CENSIMENTO
50.gif
03/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (170).jpg
Numeri 26:1-40 Il primo censimento ordinato da Dio aveva lo scopo di stimare il potenziale bellico di Israele e Mosè vi mise mano poco dopo ...
aa.vv.
eVangelo
7712 dal 03/05/2009
?operazione=visualizza&id=1129&filtro=
CINA QUESTIONE DI PRIORITA'
50.gif
02/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (15).jpg
Marco 10:17-31 Ecco un'altra persona oggetto dell'amore e delle attenzioni di Cristo. Il giovane ricco si accosta al Signore desideroso di ...
aa.vv.
eVangelo
7576 dal 02/05/2009
?operazione=visualizza&id=1128&filtro=
© 2002-2024 eVangelo. Tutti i diritti riservati