Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Le meditazioni di eVangelo

Provilegi, responsabilità e pericoli del cristiano (Giovanni 12:1-11)


di F.F.
Trascritto da eVangelo

Cristiani non si nasce, ma si diventa, non soltanto frequentando una comunità cristiana o imparando delle verità bibliche, ma unicamente quando, per l'intervento di Dio, si «nasce di nuovo».

In questo passo biblico notiamo:

Il privilegio del cristiano.

Gesù giorni prima, aveva resuscitato Lazzaro, tornando da Betania, Maria, Marta e Lazzaro, Gli offrono una cena. Il privilegio è stato grande per Lazzaro quel giorno trovarsi in presenza di Gesù. Così è per coloro che sono nati da Dio. Inoltre Lazzaro, mentre godeva della vita che Gesù gli aveva dato, aveva la certezza della onnipotenza di Cristo e tutto questo lo rassicurava per il futuro. Il cristiano che è stato resuscitato da Cristo, entra in possesso della gloriosa realtà della comunione con Gesù e non teme alcun male, perché confida nel Suo Salvatore.

La responsabilità del cristiano.

Maria, Marta e Lazzaro, non soltanto offrirono una cena a Gesù, ma ognuno svolse il proprio servizio. Il cristiano deve prodigarsi secondo il dono ricevuto da Dio. Marta serve a tavola, Maria compie l'atto di adorazione e Lazzaro è lo strumento di cui Dio si serve per chiamare altre anime a Se. Perché è detto: «Per cagion sua molti dei Giudei andavano e credevano in Gesù». Ogni credente è responsabile davanti a Dio a utilizzare il dono ricevuto da Lui a favore di coloro che ancora vivono lontani da Cristo.

Il pericolo del cristiano

Quando i capi sacerdoti videro che molti, andando a vedere Lazzaro, credevano in Gesù, decisero di uccidere Lazzaro. Scopriamo così che per fare qualcosa per il Signore si va incontro spesso a pericoli e difficoltà. L'esperienza c'insegna che molti testimoni di Cristo furono considerati pazzi, altri furono ingiuriati ed altri uccisi. Ma i pericoli che possiamo incontrare come seguaci di Cristo, sono nulla di fronte al privilegio della comunione e del servizio ai quali Cristo ci ha chiamato.


Data: 26/03/2000
Visite: 5485
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

FEDELTA' PREMIATA
50.gif
05/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (72).jpg
Numeri 26:41-65 Come era avvenuto per il primo censimento, i Leviti furono contati separatamente rispetto al rimanente del popolo. In ques ...
aa.vv.
eVangelo
10590 dal 05/05/2009
?operazione=visualizza&id=1131&filtro=
CON GESU' SULLA STRADA DELLA SOFFERENZA
50.gif
04/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (32).jpg
Marco 10:32-45 In questo brano suggestivo ci sembra quasi di vedere Gesù che sta camminando da Gerico in direzione di Gerusalemme. Sarebbe ...
aa.vv.
eVangelo
15359 dal 04/05/2009
?operazione=visualizza&id=1130&filtro=
IL CENSIMENTO
50.gif
03/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (207).jpg
Numeri 26:1-40 Il primo censimento ordinato da Dio aveva lo scopo di stimare il potenziale bellico di Israele e Mosè vi mise mano poco dopo ...
aa.vv.
eVangelo
7773 dal 03/05/2009
?operazione=visualizza&id=1129&filtro=
CINA QUESTIONE DI PRIORITA'
50.gif
02/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (51).jpg
Marco 10:17-31 Ecco un'altra persona oggetto dell'amore e delle attenzioni di Cristo. Il giovane ricco si accosta al Signore desideroso di ...
aa.vv.
eVangelo
7636 dal 02/05/2009
?operazione=visualizza&id=1128&filtro=
© 2002-2024 eVangelo. Tutti i diritti riservati