Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Le meditazioni di eVangelo

Egli sa (Rut 2:1-23)


di D.R.
Trascritto da eVangelo

Boaz rispose a Rut: «Mi è stato riferito tutto quello che hai fatto per la tua suocera dopo la morte di tuo marito, e come hai abbandonato tuo padre, tua madre e il tuo paese natio, per venire a un popolo che prima non conoscevi. L'Eterno ti rimuneri di quel che hai fatto, e la ricompensa sia piena da parte dell'Eterno sotto le ali del quale sei venuta a rifugiarti». (VV. 11,12)

Alle volte non ci si spiega come i nostri fatti e le nostre azioni possano essere noti, ma la realtà è che i nostri atti e le nostre parole diventano molto spesso di pubblico dominio. Anche Rut rimase meravigliata a sentirsi dire da Boaz che gli era stato riferito tutto quello che aveva fatto e perciò conosceva molto bene ciò che aveva fatto per sua suocera.

La Bibbia ci parla di Uno che veramente sa ogni cosa e questo è Gesù: se qualcosa sfugge agli uomini non sfugge però al Signore che legge nel profondo dei nostri cuori.

Il Vangelo ci racconta l'episodio di Natanaele «un israelita senza frode alcuna» e Gesù quando l'incontrò gli disse: «lo conosco tutta la tua vita e quando eri sotto al fico io ti vedevo».

Dio non solo sa ogni cosa ma ci vede: tutti i nostri pensieri e le nostre azioni sono evidenti davanti a Lui.

Questo deve spronarci a fare sempre il bene a camminare nella via buona. Ciò che siamo è quello che alla fine tutti conosceranno. E se le notizie che ci riguardano saranno buone, noi saremo i primi, come Rut, ad esserne felici.

Ma se le notizie riferite, saranno cattive allora ci sarà dolore e infelicità per noi.

Sapendo con certezza che ogni nostra azione sarà manifestata, studiamoci di far sempre il bene, amando Dio e in maniera più concreta, amando chi vive vicino a noi.

Non solo saremo stimati ed apprezzati dagli uomini ma godremo dell'approvazione divina.

E le buone notizie che saranno dette di noi saranno, «come acqua fresca a persona stanca ed assetata».


Data: 25/12/2002
Visite: 4080
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

FEDELTA' PREMIATA
50.gif
05/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (88).jpg
Numeri 26:41-65 Come era avvenuto per il primo censimento, i Leviti furono contati separatamente rispetto al rimanente del popolo. In ques ...
aa.vv.
eVangelo
8427 dal 05/05/2009
?operazione=visualizza&id=1131&filtro=
CON GESU' SULLA STRADA DELLA SOFFERENZA
50.gif
04/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (49).jpg
Marco 10:32-45 In questo brano suggestivo ci sembra quasi di vedere Gesù che sta camminando da Gerico in direzione di Gerusalemme. Sarebbe ...
aa.vv.
eVangelo
12333 dal 04/05/2009
?operazione=visualizza&id=1130&filtro=
IL CENSIMENTO
50.gif
03/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (11).jpg
Numeri 26:1-40 Il primo censimento ordinato da Dio aveva lo scopo di stimare il potenziale bellico di Israele e Mosè vi mise mano poco dopo ...
aa.vv.
eVangelo
5822 dal 03/05/2009
?operazione=visualizza&id=1129&filtro=
CINA QUESTIONE DI PRIORITA'
50.gif
02/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (68).jpg
Marco 10:17-31 Ecco un'altra persona oggetto dell'amore e delle attenzioni di Cristo. Il giovane ricco si accosta al Signore desideroso di ...
aa.vv.
eVangelo
5670 dal 02/05/2009
?operazione=visualizza&id=1128&filtro=
© 2002-2020 eVangelo. Tutti i diritti riservati