Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Le meditazioni di eVangelo

«Quanto a me e alla casa mia....» (Giosuè 24:11-28)


di E.T.
Trascritto da eVangelo

Giosuè era cosciente dell'impegno che si assumeva in quell'ora davanti a Dio e alla radunanza d'Israele quando pronunziò queste sante parole. Egli era di quelli che avevano servito gli Egiziani, e sapeva che servire vuol dire eseguire gli ordini e sottomettersi alla volontà della persona che si serve ponendo al suo servizio le proprie capacità fisiche e intellettive.

Dopo che ha parlato al popolo da parte di Dio, non impone la Sua volontà nella scelta, non violenta i loro ideali religiosi, ma li esorta a scegliere perché si decidano a servire ad un solo Signore. In qualità di condottiero espone, per primo la propria decisione davanti al popolo pronunciando le sante parole: «Quanto a me e alla mia casa serviremo al Signore».

Oggi siamo molti ad avere questo versetto nella nostra casa quale testimonianza della nostra determinazione al servizio del Signore, e forse anche tu che leggi ti onori di avere tale scritto in casa tua. Ma domandiamoci con tutta onestà: stiamo veramente servendo il Signore o pensiamo di servirLo a modo nostro?

Purtroppo, spesso la forma religiosa, l'apparenza di pietà, e il comportamento profano di coloro che si dicono essere cristiani e non lo sono, ci scoraggiano, mettono in noi dei dubbi a riguardo del vero seri7io per il Signore. Ma coraggio, destiamoci, e con Giosuè dichiariamo solennemente che noi queste parole di santo servizio e dedizione a Dio.

Sì, serviamoLo come Egli richiede nella Sua Parola nella quale dobbiamo meditare giorno e notte, ponendo al Suo servizio innanzitutto il nostro cuore, affinché tutte le nostre membra precedentemente usate per il mondo e per il peccato, possano essere usate al servizio di Dio e del prossimo.

Sì, Lo serviremo noi e la nostra casa e lo faremo con ogni scrupolo e con tutto l'amore e l'ardore che ci viene dallo Spirito Santo, e l'aspetteremo con la lampada accesa fino al giorno in cui Egli ci dirà: Vieni, buono e fedele servitore entra nella gloria del tuo Signore.


Data: 19/12/2002
Visite: 7411
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

FEDELTA' PREMIATA
50.gif
05/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (172).jpg
Numeri 26:41-65 Come era avvenuto per il primo censimento, i Leviti furono contati separatamente rispetto al rimanente del popolo. In ques ...
aa.vv.
eVangelo
9619 dal 05/05/2009
?operazione=visualizza&id=1131&filtro=
CON GESU' SULLA STRADA DELLA SOFFERENZA
50.gif
04/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (133).jpg
Marco 10:32-45 In questo brano suggestivo ci sembra quasi di vedere Gesù che sta camminando da Gerico in direzione di Gerusalemme. Sarebbe ...
aa.vv.
eVangelo
14316 dal 04/05/2009
?operazione=visualizza&id=1130&filtro=
IL CENSIMENTO
50.gif
03/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (109).jpg
Numeri 26:1-40 Il primo censimento ordinato da Dio aveva lo scopo di stimare il potenziale bellico di Israele e Mosè vi mise mano poco dopo ...
aa.vv.
eVangelo
6828 dal 03/05/2009
?operazione=visualizza&id=1129&filtro=
CINA QUESTIONE DI PRIORITA'
50.gif
02/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (165).jpg
Marco 10:17-31 Ecco un'altra persona oggetto dell'amore e delle attenzioni di Cristo. Il giovane ricco si accosta al Signore desideroso di ...
aa.vv.
eVangelo
6722 dal 02/05/2009
?operazione=visualizza&id=1128&filtro=
© 2002-2022 eVangelo. Tutti i diritti riservati