Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Le meditazioni di eVangelo

Vita di fede (Atti 7:20-34)


di RED
Trascritto da eVangelo

Gli episodi fondamentali della vita di Mosè sono qui riassunti fino alla chiamata di Yahveh. Lo Spirito Santo per bocca di Stefano ci rivela che una vita di fede si compone di azioni che eccezionalmente possono essere grandi, ma nella maggioranza dei casi sono fatti della vita di tutti i giorni.

Mosè era stato scelto da Dio come strumento per l'adempimento del Suo piano. Egli fu preparato al proprio compito, con esperienze eccezionali che vanno dalla fede dei suoi genitori che lo nascosero per tre mesi, alla esposizione in una cesta di vimini, alla sua educazione nella casa di Faraone, fino alla fuga nel paese di Madin e alla rivelazione di Yahveh «nella fiamma del pruno ardente».

Umanamente considereremo alcuni di questi fatti come vere azioni di fede ed altri invece come esperienze «normali» nella vita di un uomo, ma non è così. Il nostro punto di vista spesso confonde «fede» con eroismo, e fede con «coraggio», ma la fede dal punto di vista biblico è proprio quella «fiducia» profonda in Dio e nelle Sue promesse che spinge il credente alla fedeltà verso il proprio Signore.

La vita di un vero credente in Cristo è sempre alimentata, sostenuta, fortificata da questa «fiducia» in «Colui che ha fatto le promesse».

Se le esperienze della esistenza di Mosè sono riconosciute come «vita di fede», è utile per ogni cristiano ricordare che i particolari della propria esperienza debbono essere sempre considerati azioni di quella fede alla quale è stato introdotto mediante l'opera redentrice di Gesù e nella quale sussiste per l'assistenza e guida dello Spirito Santo.

Una «vita di fede» è l'esperienza quotidiana di ogni cristiano il quale segue il «Maestro». È una esistenza vissuta alla luce di Cristo e dell'Evangelo che si concretezza anche nei più piccoli fatti, ritenuti insignificanti. È riconoscere Dio in tutte le nostre vie, accettare il piano della Sua volontà avendo fiducia nella Sua fedeltà. È attendere che Egli possa rivelarsi chiaramente e personalmente. È scoprire, dopo forse esperienze difficili e dolorose, che Egli ci chiama per usarci per la Sua Gloria.


Data: 28/06/2002
Visite: 2988
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

FEDELTA' PREMIATA
50.gif
05/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (63).jpg
Numeri 26:41-65 Come era avvenuto per il primo censimento, i Leviti furono contati separatamente rispetto al rimanente del popolo. In ques ...
aa.vv.
eVangelo
8619 dal 05/05/2009
?operazione=visualizza&id=1131&filtro=
CON GESU' SULLA STRADA DELLA SOFFERENZA
50.gif
04/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (24).jpg
Marco 10:32-45 In questo brano suggestivo ci sembra quasi di vedere Gesù che sta camminando da Gerico in direzione di Gerusalemme. Sarebbe ...
aa.vv.
eVangelo
12884 dal 04/05/2009
?operazione=visualizza&id=1130&filtro=
IL CENSIMENTO
50.gif
03/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (198).jpg
Numeri 26:1-40 Il primo censimento ordinato da Dio aveva lo scopo di stimare il potenziale bellico di Israele e Mosè vi mise mano poco dopo ...
aa.vv.
eVangelo
5980 dal 03/05/2009
?operazione=visualizza&id=1129&filtro=
CINA QUESTIONE DI PRIORITA'
50.gif
02/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (43).jpg
Marco 10:17-31 Ecco un'altra persona oggetto dell'amore e delle attenzioni di Cristo. Il giovane ricco si accosta al Signore desideroso di ...
aa.vv.
eVangelo
5820 dal 02/05/2009
?operazione=visualizza&id=1128&filtro=
© 2002-2021 eVangelo. Tutti i diritti riservati