Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Le meditazioni di eVangelo

«Le cose che abbiamo vedute ed udite…» (Atti 4:1-20)


di S.B.
Trascritto da eVangelo

La guarigione miracolosa dello zoppo seduto alla porta «Bella» del tempio di Gerusalemme aveva attirato l'attenzione del popolo e di questo approfittarono Pietro e Giovanni che iniziarono a testimoniare di Cristo.

Questa volta Pietro non si trova nel cortile della casa del Sommo sacerdote, lontano dalle manovre del tribunale Supremo come era accaduto nella fatidica sera del suo rinnegamento, ma stava faccia a faccia con i componenti del temuto organo giudiziario d'Israele. Pietro, però, non è più la stessa persona di quella notte: il perdono e la riabilitazione di Cristo, il rivestimento di potenza seguito al battesimo nello Spirito Santo hanno fatto di lui un potente TESTIMONE DI CRISTO.

Ripieno di quello stesso Spirito che gli conferisce la franchezza necessaria per sostenere la situazione, Pietro dà inizio al suo discorso che ha il potere di ribaltare la situazione talché coloro che erano presenti per giudicare vengono sotto accusa. Egli parla delle cose che ha vedute e sentite personalmente… e non può essere altrimenti in quanto un TESTIMONE non può raccontare ciò che non ha veduto o ascoltato personalmente. Di cosa parlò Pietro? Cosa aveva visto e sentito? Che cosa aveva realizzato in maniera così profonda e personale da poterla annunziare e difendere con forza? Prima di tutto la resurrezione di Cristo, poi che Gesù era Colui che dona la guarigione perfetta, (v. 10); inoltre che Cristo era l'unico fondamento sul quale si poteva sperare di «costruire» per l'eternità (v. 11) ed infine che Gesù Cristo è il solo ed unico Salvatore del genere umano (v. 12). L'apostolo non disse nulla di più di quanto egli stesso avesse realizzato personalmente di Cristo e della Sua opera; si limitò ad essere un testimone… delle cose vedute ed udite.

Fratello, non ti si chiedono grandi discorsi o profonde trattazioni teologiche ma solo che tu sia un fedele rapportatore delle cose che Dio ha operate in tuo favore l Con semplicità di cuore sii sempre pronto a rendere la tua testimonianza cristiana raccontando le cose che hai vedute ed udite… non una sola parola in più, solo le grandi cose che Dio ha fatto per te esponendole sotto la guida di quello stesso Spirito che ti ha unto perché tu potessi essere… un testimone di Cristo.


Data: 14/06/2002
Visite: 3245
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

FEDELTA' PREMIATA
50.gif
05/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (11).jpg
Numeri 26:41-65 Come era avvenuto per il primo censimento, i Leviti furono contati separatamente rispetto al rimanente del popolo. In ques ...
aa.vv.
eVangelo
8681 dal 05/05/2009
?operazione=visualizza&id=1131&filtro=
CON GESU' SULLA STRADA DELLA SOFFERENZA
50.gif
04/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (184).jpg
Marco 10:32-45 In questo brano suggestivo ci sembra quasi di vedere Gesù che sta camminando da Gerico in direzione di Gerusalemme. Sarebbe ...
aa.vv.
eVangelo
13154 dal 04/05/2009
?operazione=visualizza&id=1130&filtro=
IL CENSIMENTO
50.gif
03/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (146).jpg
Numeri 26:1-40 Il primo censimento ordinato da Dio aveva lo scopo di stimare il potenziale bellico di Israele e Mosè vi mise mano poco dopo ...
aa.vv.
eVangelo
6046 dal 03/05/2009
?operazione=visualizza&id=1129&filtro=
CINA QUESTIONE DI PRIORITA'
50.gif
02/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (203).jpg
Marco 10:17-31 Ecco un'altra persona oggetto dell'amore e delle attenzioni di Cristo. Il giovane ricco si accosta al Signore desideroso di ...
aa.vv.
eVangelo
5880 dal 02/05/2009
?operazione=visualizza&id=1128&filtro=
© 2002-2021 eVangelo. Tutti i diritti riservati