Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Le meditazioni di eVangelo

«L'Eterno ha udito» (Salmo 6)


di RED
Trascritto da eVangelo

Questo è il primo dei cosiddetti salmi penitenziali. Sono in tutto sette. (Gli altri sono il 32,38,51,102,130,143). Anche se le particolari occasioni ci sono generalmente oscure, tuttavia questi salmi rivelano i sentimenti di un animo profondamente addolorato e in pena.

I primi sette versi di questo salmo contengono il grido di un'anima angosciata. È evidente la realtà della sofferenza fisica, ma il dolore più grande è quello dello spirito che soffre l'assenza della intimità con Dio. Questa lontananza dall'Eterno fa temere il Salmista; egli ha terrore della morte perché nessuna luce illumina il suo aldilà.

Poi l'inaspettato cambiamento del verso 8, nell'oscurità delle tenebre della sua esperienza, la luce improvvisa coma una folgore rivela la certezza della presenza e dell'intervento di quel Dio che egli credeva assente e lontano.

Il verso nove è la chiave di tutto il salmo. Qui è rivelato il segreto di questo inatteso cambiamento. Non sappiamo come sia accaduto, ma come nelle cose dello spirito siamo certi della realtà della risposta di Dio: «L'Eterno ha udito… l'Eterno ha udito… l'Eterno accoglie la mia preghiera».

Questa certezza di essere ascoltati e di essere accolti da Colui che siede sul trono di Gloria è la realtà inspiegabile, ma reale dell'esperienza del vero credente.

La preghiera qui ci viene descritta non come una battaglia vinta, in quanto il salmista è «fiacco», «tremante» senza speranza. Ma piuttosto come l'occasione sempre possibile di Dio di intervenire nonostante le nostre estreme debolezze.

La Sua presenza è la scintilla che fa riaccendere il fuoco della fiducia. Ogni preghiera deve arrivare a questo punto culminante, altrimenti è soltanto una espressione di sterile esteriorità religiosa.

Impariamo la lezione, attendiamo finché sul tetro orizzonte delle nostre tristezze umane risplenda improvvisa la luce della fede che Dio dona a chiunque si «apre» nel Suo concetto, allora con Davide diremo: «L'Eterno ha udito… l'Eterno ha udito… l'Eterno accoglie la mia preghiera».


Data: 11/06/2002
Visite: 3536
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

FEDELTA' PREMIATA
50.gif
05/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (44).jpg
Numeri 26:41-65 Come era avvenuto per il primo censimento, i Leviti furono contati separatamente rispetto al rimanente del popolo. In ques ...
aa.vv.
eVangelo
8427 dal 05/05/2009
?operazione=visualizza&id=1131&filtro=
CON GESU' SULLA STRADA DELLA SOFFERENZA
50.gif
04/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (5).jpg
Marco 10:32-45 In questo brano suggestivo ci sembra quasi di vedere Gesù che sta camminando da Gerico in direzione di Gerusalemme. Sarebbe ...
aa.vv.
eVangelo
12333 dal 04/05/2009
?operazione=visualizza&id=1130&filtro=
IL CENSIMENTO
50.gif
03/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (179).jpg
Numeri 26:1-40 Il primo censimento ordinato da Dio aveva lo scopo di stimare il potenziale bellico di Israele e Mosè vi mise mano poco dopo ...
aa.vv.
eVangelo
5822 dal 03/05/2009
?operazione=visualizza&id=1129&filtro=
CINA QUESTIONE DI PRIORITA'
50.gif
02/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (24).jpg
Marco 10:17-31 Ecco un'altra persona oggetto dell'amore e delle attenzioni di Cristo. Il giovane ricco si accosta al Signore desideroso di ...
aa.vv.
eVangelo
5670 dal 02/05/2009
?operazione=visualizza&id=1128&filtro=
© 2002-2020 eVangelo. Tutti i diritti riservati