Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Le meditazioni di eVangelo

"Signore, Tu sei uno scudo d'intorno a me; Tu sei la mia gloria, e quel che mi sollevi il capo". (Salmo 3)


di S.G.
Trascritto da eVangelo

Nelle avversità e nelle afflizioni, il vero credente si è sempre rivolto al Suo Signore, non addebitandogli nulla di male, ma con rassegnazione, ricercando quella liberazione che solo Iddio può dare. Come ben sappiamo, svariate sono state le afflizioni che hanno colpito Davide, l'unto del Signore, sia a causa del suo peccato con Bat-seba sia quando, a motivo di suo figlio Absalom, usurpatore del suo regno, è costretto a fuggire per scamparsi la vita. È proprio in questa circostanza che egli trovandosi in distretta grida al Suo Signore affinché lo liberi.

Egli si era rifugiato sotto le ali protettrici del Suo Signore, tanto che con fede può esclamare: «Signore, Tu sei uno scudo d'intorno a me…». Ecco perché Egli non tiene conto del nemico che l'intornia ma, fidando sempre in Colui che si è dimostrato uno scudo per l'anima sua e che poteva risollevarlo dalla sua angoscia e consolarlo per il male che gli era venuto addosso, continua a dire: «Tu sei quel che mi sollevi il capo». L'Eterno ha sollevato il capo di Davide e tutt'ora risolleva coloro che, pur se per breve tempo han vacillato, nonostante tutto continuano a confidare in Lui.

Davide, altrove aveva detto: «L'uomo le cui vie l'Eterno gradisce… se cade non è però atterrato» (Salmo 37:23). Quindi, conscio che Iddio per l'addietro lo aveva riscosso dalle fauci del leone, dalle mani del gigante Goliat, nella sua distretta Lo invoca perché sa, per esperienza, che Lo libererà anche questa volta dai suoi nemici. Da ciò il credente può rivelare che nelle prove più si accosta al Signore, più la sua fede è incoraggiata e imparerà così a ubbidirLo e temerLo divenendo spettatore di grande vittorie spirituali, poiché Dio è il giusto rinumeratore della nostra fede. Davide riconobbe da dove veniva la sua liberazione perciò esultante esclama: «Egli mi risponde dal monte della Sua santità».

Infine invoca il Signore lodandoLo per la liberazione avvenuta e riconosce l'unico Salvatore. E tale dovrebbe essere il sentimento di ogni cristiano rigenerato in Cristo Gesù; lavato con il Suo sangue e giustificato mediante il Suo sacrificio.


Data: 05/06/2002
Visite: 4577
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

FEDELTA' PREMIATA
50.gif
05/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (211).jpg
Numeri 26:41-65 Come era avvenuto per il primo censimento, i Leviti furono contati separatamente rispetto al rimanente del popolo. In ques ...
aa.vv.
eVangelo
9619 dal 05/05/2009
?operazione=visualizza&id=1131&filtro=
CON GESU' SULLA STRADA DELLA SOFFERENZA
50.gif
04/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (171).jpg
Marco 10:32-45 In questo brano suggestivo ci sembra quasi di vedere Gesù che sta camminando da Gerico in direzione di Gerusalemme. Sarebbe ...
aa.vv.
eVangelo
14316 dal 04/05/2009
?operazione=visualizza&id=1130&filtro=
IL CENSIMENTO
50.gif
03/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (134).jpg
Numeri 26:1-40 Il primo censimento ordinato da Dio aveva lo scopo di stimare il potenziale bellico di Israele e Mosè vi mise mano poco dopo ...
aa.vv.
eVangelo
6828 dal 03/05/2009
?operazione=visualizza&id=1129&filtro=
CINA QUESTIONE DI PRIORITA'
50.gif
02/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (190).jpg
Marco 10:17-31 Ecco un'altra persona oggetto dell'amore e delle attenzioni di Cristo. Il giovane ricco si accosta al Signore desideroso di ...
aa.vv.
eVangelo
6722 dal 02/05/2009
?operazione=visualizza&id=1128&filtro=
© 2002-2022 eVangelo. Tutti i diritti riservati